La banalizzazione del Cristo in Croce

La banalizzazione di un simbolo

Premetto due cose, non necessariamente collegate tra loro. La prima è che non sono credente. La seconda è che trovo la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo contraria all’obbligo del crocifisso nelle aule un segno di civiltà giuridica e culturale. Ancora una volta, parafrasando la canzoncina dei berlusconiani, mi viene da dire: “per fortuna che l’Europa c’è”.

Fatte queste dovute premesse, mi stupisco un po’ della reazione scomposta delle gerarchie cattoliche. Per un cristiano, il crocifisso dovrebbe essere, ancora di più che per un ateo come me, un simbolo sublime e terribile. La sua banalizzazione come soprammobile, confuso con i banchi, la lavagna e le altre suppellettili scolastiche, dovrebbe essere, quello sì, un sacrilegio. E la giustificazione del crocifisso nelle scuole come una fatto consuetudinario dovrebbe suonare alle orecchie dei buoni cristiani come una vera e propria bestemmia.

Vietando la imposizione fuori contesto del Cristo, e del suo supplizio, la Corte di Strasburgo ha riconosciuto la sua piena e terribile dignità ad un simbolo religioso. Quella stessa dignità che la Chiesa gli nega difendendone la banalizzazione quotidiana e obbligatoria.

via Repubblica.it – Blog – Europe.

Quoto integralmente.

Continue Reading

Temporeale – Cronaca – Scampa volo fatale,ma muore in auto

Scampa volo fatale,ma muore in auto

Di ritorno dal Brasile, sull’autostrada che porta al Brennero

(ANSA) – BOLZANO, 10 GIU – Una donna ha mancato per pochi minuti il volo Air France che si e’ inabissato nell’Atlantico, ma e’ morta poi in un incidente stradale. Di ritorno dalla vacanza in Brasile, la sua auto e’ uscita di strada sull’autostrada che dall’aeroporto di Monaco di Baviera porta al Brennero.Con il marito aveva viaggiato su un aereo decollato pochi minuti prima di quello caduto. Una volta in Baviera i coniugi meranesi volevano rientrare velocemente. A Kufstein, pero’, l’auto e’ volata fuori strada.

via Temporeale – Cronaca – Scampa volo fatale,ma muore in auto.

Sembra la trama di Final Destination.

Continue Reading

Noemigate – questa volta gli dice male

Silvio come sempre sta tentando uno dei suoi capolavori mediatici. Spara una bordata pesantissima contro i magistrati: “chi vuol fare del male fa il delinquente, il giornalista o il pubblico ministero”. Sa che questo normalmente solleva un gran polverone, di risposte e controrisposte e distoglie l’opnione pubblica dal problema del momento. Poi lui smentisce, dice che le cose gliele ha messe in bocca “la sinistra”, che è stato frainteso. Tutto finisce li, salvo il fatto che il problema del momento è finito nel dimenticatoio. L’impersonificazione della disinformatia.

Però questa volta fa i conti senza l’oste. Se si parla di conflitto di interessi, Alitalia, crisi economica, l’italiano si distrae facilmente. Ma se si parla di storie pruriginose di sesso con le ragazzine, gli italiani stanno sul pezzo, fino all’osso, senza mollare un minuto. Comrpesa la sua storica platea delle sciure che leggono le riviste dal parrucchiere. Anzi, loro per prime.

Continue Reading

PEC e liberismo all’italiana

(peri non tennici l’acronimo PEC sta per Posta Elettronica Certificata, ndL).

PEC e liberismo all’italiana

Della PEC ho già parlato male ogni volta possibile, non entrerò ora nel merito.

Mi informano che il consiglio dei ministri ha deciso con un decreto del 6 maggio di fornire gratuitamente una casella di PEC a ogni cittadino che ne faccia richiesta.

Personalmente auguro il peggio ai venditori di PEC, perché è una tecnologia orribile gestita con regole vergognose, però inorridisco nel vedere che lo Stato da un giorno all’altro decide di fargli concorrenza (suppongo aggiudicando un mega-appalto a uno di loro, scommetto sulle Poste).

È sempre affascinante come questo governo sedicente liberista non perda occasione di irridere i principi basilari del mercato.

via PEC e liberismo all’italiana | Marco d’Itri

Continue Reading

Matrimonio lampo

Ha pronunciato il sì in municipio, poi – come da copione – si è fatta fotografare assieme al novello sposo tra le aiuole del parco di Miramare. Ma il matrimonio è finito lì. Poco dopo lei è scappata con l’amico che guidava l’auto nuziale. Con la scusa di andare a togliersi l’ingombrante abito nuziale e abbigliarsi in modo più comodo per il banchetto, si è data alla fuga con l’amico-autista in quello che doveva essere il giorno più bello della sua vita. Via, alla volta della Grecia per la luna di miele con il suo vero amore; lui, addolorato e imbufalito, è rimasto al ristorante a intrattenere gli invitati in un’atmosfera da funerale.

Scappa subito dopo il matrimonio con l’amico che guida l’auto nuziale | Il Piccolo.

Continue Reading

Euriboh?

Da settimane sento dire in televisione che Trichet (che peste lo colga) ha deciso di abbassare il costo del denaro (bontà sua) e che quindi anche il tasso di riferimento Euribor che è, se pur indirettamente, legato a questo parametro  dovrebbe scendere. Oggi scopro dall’estratto conto della mia banca sull’Internet Banking che la rata del mio mutuo variabile, agganciata ad Euribor, non solo non è scesa ma è addirittura lievemente salita (di 6 euro, un’inezia, però tant’e’)…..

A questo punto io inizio a fare grande fatica a capire. Quando Trichet ha aumentato in passato di 0.25 il costo del denaro, istantanamente il mese dopo la mia rata di mutuo è salita di un paio di decine di euro. Ora che sta abbassando, non solo non si vedono benefici, ma addirittura sale.

Somiglia tanto all’inculata della benzina. Appena il petrolio sale, benzina alle stelle, quando il petrolio scende, la benzina ci mette un saaaaacccco di tempo prima di riassorbire la diminuzione.

Ma non esistevano una volta delle Authority che avrebbero dovuto verificare questi comportamenti?

E la legge sulla Class Action? Ah, per la cronaca la banca che ha erogato il mio mutuo è la Woolwich.

Continue Reading

Botte in piazza

I consigli di Cossiga sono serviti e sono stati recepiti. Dopo giorni di manifestazioni pacifiche e senza problemi sono arrivati il solito gruppuscolo di fascisti ha attaccato la manifestazione, in modo che stasera i TG filo-Silvio (cioè tutti tranne il tg3) possano dire “avete visto? sono dei facinorosi!”.

L’estrema destra in Italia (esclusi i N.O.R. a onore del vero) è sempre stata affiliata al potere e ai servizi di sicurezza. Non è un caso che nemmeno questa volta la polizia sia intervenuta in tempo.

Fanno i rivoluzionari, ma col permesso dei carabinieri.

Continue Reading

Si è mai vista al mondo…

…una maggioranza che di volta in volta stabilisce una legge elettorale cucita su misura all’ottenimento del massimo risultato possibile per se stessa calpestando completamente la minoranza?

Nemmeno dopo il porcellum questi qui hanno intenzione di cambiare registro?

Continue Reading