Race blind

Indovina chi

Eleonora ha una compagna di classe di colore. È l’unica di colore in classe. Questa sua compagna le ha regalato un bellissimo disegno fatto da lei. Arrivando a casa quindi Eleonora me l’ha mostrato dicendomi il nome di chi gliel’aveva dato. Visto che non associavo il nome alla persona le ho chiesto chi fosse.

“Quella che non ha potuto venire alla mia festa” è stata la sua prima risposta.

Visto che non c’era alla festa ho continuato a non capire.

“Quella che abita in quel palazzo vicino a Oscar”.

Hmm…no, la cosa non mi ha aiutato.

“Lei che è nel gruppo “blu” con questi altri bambini”

Non mi dice ancora nulla. E così abbiamo continuato per un po’ sino a quando le ho detto che me la farà vedere a scuola.

Arrivati a scuola me l’ha indicata e lì mi sono reso conto che nel mondo di Eleonora non esiste usare il colore della pelle per descrivere una persona. Sarà forse uno svantaggio quando giocherà ad “Indovina chi”, ma la cosa mi fa piacere.

via Diario di un papà dopo il congedo parentale: Indovina chi.

 

Speriamo che quando questa generazione arriverà a comandare il mondo non abbia fatto in tempo a farsi corrompere dalle nostre miserie.

You may also like