Ogni scarrafone…

In Giappone e’ nata la moda di avere come animale da compagnia uno scarabeo gigante (e quanto gigante lo potete vedere nella foto del link), con cui un ricercatore Colombiano ha avviato un commercio florido e redditizio.

Il mondo e’ bello perche’ e’ vario.

http://www.repubblica.it/2008/05/sezioni/scienza_e_tecnologia/scarabei-giappone/scarabei-giappone/scarabei-giappone.html

Continue Reading

Uolter e il bonton

Una cosa l’ha detta di giusta Uolter, a campagna elettorale finita, in Italia quelli di destra sono piu’ di quelli di sinistra. Ogni elezione sta li a confermarlo. A sinistra, per avere qualche speranza di governo, oltre ad andare fino all’estremo arco costituzionale verso i partiti comunisti, bisogna mettere saldamente il timone al centro per imbarcare il marciume politico come Dini, Mastella, Bordon e pagliacci assortiti.
E in ogni caso non bastano. Alla fine del peggior governo della storia Repubblicana, il Berlusconi terzo e secondo, con l’Italia in ginocchio, i conti pubblici a puttane e il buon Silvio che si era per un lustro fatti abbondanti cazzi propri, il massimo risultato ottenibile e’ stato un risicato pareggio.
Da qui la tattica. Leviamoci di torno comunisti e pol-tronisti e cerchiamo di diventare un partito alternativo alla destra, facendo in modo che gli elettori di destra vedano in noi un’alternativa credibile.

Di qui, oltre che per formazione personale e modo di comportarsi in genere, che al buon Veltroni va riconosciuto, un qual certo fair play, buone maniere e opposizione, come si dice, di contenuto e non barricadera. Governo ombra, quindi un solo interlocutore per ogni attore del governo e cosi’ via.
Fin qui le rose.
Ora le spine.
Al primo, e dico primo, provvedimento legislativo, Berlusconi ha gia’ messo in pista due e dico due leggi [b]”ad personam”[/b].
Una sul patteggiamento allargato, scritta di pugno dal parlamentare di Forza Italia, non che (simpaticissimo) avvocato di Berlusconi, Nicolo’ Ghedini, che potrebbe servire a mettere l’ennesimo ceppo all’ennesimo processo di Berlusconi (quello per cui avrebbe corrotto un testimone, l’avvocato inglese Mills, per edulcorare la propria testimonianza in altro processo) .

L’altra riguarda la presa di posizione della UE riguardo la querelle storica di Europa 7 con Rete 4.
In sostanza una sentenza del 1994 imponeva a Rai e Mediaset di mollare una delle proprie frequenze in vantaggio del mercato e proprio Europa 7 aveva ottenuto le frequenze di Rete 4. Dopo una interminabile guerra ed un susseguirsi ininterrotto di sentenze favorevoli a Europa 7, si e’ arrivati alla Corte di Giustizia Europea, e quindi all’intervento sulla materia della UE. In sostanza Berlusconi, dai tempi della celeberrima Mammi, ha sempre usato la politica, di riflesso o in prima persona, per salvarsi dalla galera e tenere in piedi le sue attivita’ private.

Di certo non e’ qualcuno con cui si possa usare bon ton o per il quale si possa aspettare in silenzio che salga, come sua ambizione, al Quirinale a fare il presidente della repubblica. Anche se Veltroni avrebbe cosi’ il suo piu’ pericoloso avversario fuori dalla partita.

Continue Reading

Nuclearizziamoci

Ecco, finalmente, l’uovo di Colombo! Costruiamo centrali nucleari. Ma di nuova generazione.
Che trovata geniale, come fare a non pensarci prima.
I side effects sono del tutto trascurabili il vantaggio e’ assicurato.
Ora provo a metterci un po’ il naso dentro a questa trovata geniale.
In primo luogo, modi e tempi di realizzazione di una centrale.
Prima di poter procedere alla costruzione, bisogna trovare un posto con bassissima incidenza sismica, niente rischio frane, alluvioni e qualsiasi altro evento naturale che possa in qualche modo compromettere la sicurezza della struttura.
Ricerca che ovviamente e’ tutt’altro che semplice. Dopodiche’ occorre vincere l’inevitabile opposizione popolare, che nemmeno il tanto decantato decisionismio Berlusconiano, nelle precedenti esperienze amministrative, pare abbia mai minimamente scalfito.
Poi l’approvvigionamento di ossido di uranio, ovvero la materia prima combustibile per una centrale a fissione.
L’andamento del mercato e’ stato abbondantemente drogato dal disarmo nucleare dell’ex URRS che ha immesso sul mercato un sacco di uranio facendolo precipitare ai minimi storici verso fine anni ’90, dando l’illusoria impresisone di essere a buon mercato. Da allora il prezzo si e’ sestuplicato, e l’impressione e’ che di certo non voglia saperne di diminuire.
Le riserve stimate sono di 4,2 milioni di tonnellate, con qualche dubbio sull’economicita’ estrattiva dell’intera quantita’, con un consumo attuale di 42mila tonnellate l’anno, in aumento. Vale a dire, ai ritmi attuali, 100 anni, ma con la solita legge del picco di Hubbert che rende questa data, in termini di economia energetica, grossomodo attorno a 40 anni.
Siemens (azienda che conosco piuttosto dal di dentro) sta avendo un collasso in borsa a causa delle magagne in cui si e’ impantanata per la vendita di tecnologia nucleare.
Rischio sicurezza. Io nell’86, ahime, ero grande abbastanza da ricordarmi il disastro, nel 79, ai tempi dell’incidenti in Pennsylvania, invece ero un bimbo. Incidentalmente, dopo ogni incidente, la corsa al nucleare si e’ di molto raffreddata, perche’ convincere qualcuno a mettersi una Hiroshima vicino casa, e’ dura.
Le scorie. Ancora non siamo riusciti a trovare un posto dove mettere quelle delle centrali (Caorso e Montalto di Castro) chiuse dopo il referendum post Cernobyl.
Sono certo che con la mano militare, si risolvera’ anche questo problema, come per la rumenta di Napoli. Altra gente felice.

Riassumendo, stiamo per fare piu’ danni del terremoto in Cina, per avere energia a peggior mercato di quella attuale ai costi attuali, diciamo fra 15 anni, ad essere ottimisti. 2-3 per trovare il sito, 7-8 per costruirla, 2-3 per metterla a regime.

Per tacere degli effetti collaterali.

Per altro con lo stesso costo di 4-5 centrali nucleari, si potrebbe mettere un panello solare e una mulino minieolico sul tetto di ogni edificio d’Italia.

Ma noi siamo furrrrbi.

http://it.wikipedia.org/wiki/Three_Mile_Island

http://it.wikipedia.org/wiki/Disastro_di_Chernobyl

http://it.wikipedia.org/wiki/Uranio

[url]http://it.wikipedia.org/wiki/Combustibile_nucleare[/url]

[url]http://it.wikipedia.org/wiki/Reattore_nucleare_a_fissione[/url]

[url]http://www.repubblica.it/2007/09/sezioni/ambiente/nucleare1/atomo-parla-silvestrini/atomo-parla-silvestrini.html[/url]
]]>

Continue Reading

Aulin

Da quando sono adulto (quindi ormai ahime da diversi anni) ho completamente smesso di assumere farmaci di qualunque tipo.
Se ho un’emicrania, me la tengo.
Negli ultimi 20 anni ho forse preso 2-3 volte dell’Imodium e 2-3 volte un analgesico per rarissime emicranie o mal di denti particolarmente intensi.
Se ho la febbre (e non ce l’ho quasi mai) la lascio passare da sola. Se ho mal di gola, tosse o qualsiasi altro malanno di stagione, lo lascio guarire naturalmente.

Il risultato e’ che negli ultimi 20 anni ho avuto l’influenza al massimo un paio di volte, delle quali giusto una mi ha costretto a letto.

Certo, a volte devo stringere i denti e sopportare un po’ di dolore, ma a gioco lungo il gioco e’ valso la candela.

Uno dei motivi, oltre a quello di consentire al mio organismo di sviluppare anticorpi in modo endogeno e’ che non ho la benche’ minima fiducia delle istituzioni farmacologiche ne, tantomeno, delle aziende che producono farmaci.

Adesso si scopre ad esempio che il nimesulide, la cui versione commerciale piu’ celebre e’ l’Aulin, fa male alla salute (e questo si sapeva gia’ visto che in parecchie nazioni del mondo e’ proibito) e che per evitare che succedesse anche in Italia i controllori hanno preso le mazzette.

A fondo pagina il link dedicato all’analoga storia del Viox, celebre farmaco stroncacuori del quale si e’ occupata anche la Gabbanelli. Per una volta, tutto il mondo e’ paese.

http://www.corriere.it/cronache/08_maggio_23/aulin_mazzette_controlli_torino_2eed67d6-288a-11dd-97ea-00144f02aabc.shtml

http://it.wikipedia.org/wiki/Nimesulide

http://en.wikipedia.org/wiki/Viox

Continue Reading

La stampa

Titolone a tutta: ‘don Gelmini, un teste ritratta’.
Poi nell’articolo si scopre che in realta’ un carcerato che stava vicino di cella di uno degli accusatori di Don Gelmini, racconta che questo gli avrebbe confessato di aver inventato tutte le accuse a scopo di estorsione.

Da cui poi l’entusiasmo di difensori (professionisti e dilettanti) di Don Pierino, per cui questo significa, [b]senza dubbio[/b] che se fasulla lo e’ questa, lo sono tutte le altre.

Certo capisco bene, lui e suo fratello Eligio (padre francescano) sono uomini di specchiata onesta’ e servitori di Dio. Difficile credere che Pierino possa aver messo le mani nella marmellata. Di nuovo.

]http://qn.quotidiano.net/2007/08/05/29205-vera_storia_pierino.shtml

Continue Reading

60 milioni di Donadoni

Non e’ ancora inziato l’Europeo, non abbiamo ancora giocato mezza partita, che gia’ sono partiti i pontefici del pallone a dire la propria su quello che fa o che non fa il CT.
Per esempio il giornale milanese, gruppo RCS, quello tutto rosa, si e’ scagliaato contro la convocazione di Cassano e Borriello, che e’ costata il posto a Inzaghi. Ma mica perche’ Inzaghi gioca nel Milan eh? Figuriamoci.
Tanto poi, come sempre, se Cassano facesse un Europeo scintillante, fatto di goal e assist, la sua convocazione avrebbe molti padri, cosi’ come se facesse cagare, altrettanti direbbero: ‘io l’avevo detto’.

Ma tu dimmi se mi tocca difendere un doriano.

Continue Reading