Il pestaggio alla metro di Roma

Ora, premetto che non credo sia il caso di drammatizzare oltre misura, per quanto gratuito e violento, un pugno in faccia resta sempre un pugno in faccia e senza nessun dubbio è un atto d’ira che non ha lo scopo di uccidere o ferire gravemente chichessia.

Questo premesso, sarà la considerazione più banale del mondo, sarei curioso di sapere quante puntate di Vespa e quante menate di cojoni ci saremmo dovuti subire se, invece che un ventenne romano e una inferimera rumena i protagonisti fossero stati un ventenne rumeno e una infermiera romana.

Mi immagino già una puntata di Paragone con ospite Borghezio che inneggia coi suoi soliti toni concilianti e pacati all’espulsione della Romania dalla UE.

You may also like