Fasci drivers

L’avvilente spettacolo dei tassisti di Roma che hanno fatto un corteo più simile a quello di un gruppo ultrà che di una categoria professionale, condito di saluti romani, bombe carta e tirapugni, è un po’ lo specchio di un cambiamento che si sta cercando di affrontare nel modo sbagliato e dell’assenza totale di politica in questo quadro.

I tassisti sono una categoria in via di estinzione, così come gli edicolanti e i venditori di dischi. Così come è stato per i Blockbusters qualche anno fa e per la Kodak. Tentare di fermare il progresso tecnologico è come tentare di svuotare il mare con un secchio.

Fra dieci anni al massimo saranno messe massicciamente in commercio automobili che guidano da sole. Probabilmente saranno auto elettriche con un solo posto. Il costo di esercizio per un trasporto cittadino sarà trascurabile. I premi assicurativi per un’auto guidata da un’intelligenza artificiale che azzera o quasi il rischio di incidenti saranno irrisori. Il costo di ricarica anche. Sia Tesla che altri stanno lavorando alla costruzione di batterie efficienti e poco costose.  Ho letto articoli che riportavano studi di analisti che indicno che entro il 2030 il quaranta per cento delle auto circolanti nei paesi sviluppati saranno elettriche e con l’autopilot.

La Politica, quella con la P maiuscola, dovrebbe prevedere e anticipare queste transizioni e fare in modo che questi lavoratori, per quanto urticanti e poco concilianti siano i loro modi, abbiano una speranza e una via d’uscita. In questo momento sono “animali” braccati e nell’angolo, sentono il fiato sul collo, l’aria che finisce e quindi attaccano a testa bassa.

Bloccare Uber per via legislativa sarebbe come tassare le email, la leggendaria bufala che è girata per anni su Internet, una sorta di francobollo elettronico per equità con la posta cartacea o come se si fossero messe delle limitazioni alle fotocamere digiatli per preservare l’occupazione di chi fa pellicole o dei fotografi con le camere oscure.

I tassisti sono una categoria professionale in via di estinzione. Tutto sta a guidare questa transizione in modo esplosivo e cruento, come questi giorni, oppure in modo graduale e controllato.

Ci vorrebbe, appunto, la Politica. Che invece è avvitata su se stessa a guardarsi l’ombelico e fare scissioni.

 

You may also like